Rubrica del Lunedì. I colori primari della luce

addittivo-sottrattivo

Oltre ad aver individuato i 7 colori principali, Newton capì che l’intero spettro poteva essere suddiviso in tre bande predominanti che corrispondevano a rosso, verde e blu (RGB). Questi tre colori furono definiti i colori primari della luce e il motivo è perché queste tonalità non si possono raggiungere mischiando altri colori.
Invece, prendendo questi colori promari e mescolandoli tra loro, possiamo generare altri colori.
Attraverso un’adeguata combinazione di questi colori quindi, è possibile raggiungere tutte le tonalità dell’arcobaleno.

Gli stessi colori primari sono quelli che danno vita ai colori sul monitor della tv o del computer, dove radiazioni luminose vanno a “colpire” i tre puntini RGB e a formare tutte le tonalità. Da questi, per sintesi additiva si formano milioni di sfumature fino al bianco (sintesi additiva).

Se invece ci fermiamo ad osservare un quadro di Cézanne ci rendiamo conto di come i colori si formino per sottrazione, cioè per assorbimento della radiazione luminosa da parte del pigmento o dell’inchiostro colorato. Stiamo parlando di sintesi sottrattiva per cui la parte di radiazione riflessa produce la percezione di quel colore. In questo caso i colori primari sono Ciano, Magenta e Giallo e mescolati tra loro possono generare tutti i colori fino al nero (CMYK). Questo tipo di sintesi viene utilizzata nella stampa tipografica, detta appunto in quadricromia.

Posted in Rubrica del Lunedì | Commenti disabilitati su Rubrica del Lunedì. I colori primari della luce

19 ottobre. Termina il VMKTG Contest!

Per festeggiare i 3 mesi di VMKTG, sono lieta di premiare il vincitore del primo Contest del blog.

 
Lo spot che ha più emozionato la giuria è stato scelto da Serse Rattazzi ed è di Barncancer Fonden, una fondazione per la ricerca contro il Cancro svedese:
 

Complimenti per l’ottima scelta e per la vittoria!

Posted in VMKTG Contest 2014 | Commenti disabilitati su 19 ottobre. Termina il VMKTG Contest!

La magia del Visual Merchandising

Il Visual merchandising è l’insieme di operazioni che collocano il prodotto all’interno del punto di vendita in sintonia con le scelte del format e che riguardano il sistema espositivo, l’ambientazione, l’illuminazione, la grafica (Wikipedia).

Vi siete mai imbattuti in quelle vetrine stupende, dove i prodotti sono un tutt’uno con le decorazioni, creando un ambiente magico e affascinante?
Quelli che un tempo chiamavamo vetrinisti, oggi si sono evoluti, ed hanno dato vita a quello che viene chiamato Visual Merchandising, l’arte di abbellire le vetrine e l’esposizione dei prodotti nel punto vendita.
Perché è questo che fa il Visual Merchandising: è in grado di ipnotizzare il cliente, rallegrarlo, fargli pensare “che sarà mai spendere qualcosina in più?” e fargli tornare la voglia, una volta uscito, di tornare al più presto.

Ma per scoprire esattamente di cosa si tratta, condivido con voi questo approfondimento di Gianfranco Giacoma Caire, storico esterno del settore, e pubblicato da studiostands.it
«Il visual merchandising riguarda l’esposizione della merce nel punto vendita. Ma non finisce lì: è una serie di fattori, di operazioni che vengono fatte nei negozi. Si parte dall’esterno, dall’insegna e dalla vetrina. Le vetrine devono essere allestite in maniera che catturino l’attenzione in pochi secondi, non più di tre, e servono per far entrare il cliente in un punto vendita. Sono lo specchio del negozio, dove va creata una rappresentazione teatrale». Questo è però solo il primo tassello. C’è poi l’esposizione sugli scaffali, che segue delle proprie regole, come il fatto che gli shelf di diversa altezza hanno diverso valore. «Il visual merchandiser sistema i prodotti nel punto vendita creando proposte. Il cliente spesso non sa cosa comprare. Per esempio, nella moda, se si creano delle combinazioni di vestiti, sarà più facile che lo scontrino sia più alto». A completare il novero di accorgimenti nel punto vendita ci sono la temperatura, le luci, che non devono essere piatte, e il colore. Nel complesso devono creare un ambiente e raccontare una storia. «Ormai lo hanno capito anche negli ospedali – continua Caire –. La teoria del colore ci dice che questo influisce sulla psiche dell’uomo: racconta le cose, stimola l’organismo. Ora l’abbiamo chiaro, ma negli anni Ottanta ricordo che ci fu il periodo del minimalismo, con arredi asettici e freddi, che ricordavano delle sale operatorie». «Il valore del visual merchandising è che contempla spazi più allargati. Prevede il posizionamento degli arredi, le percezioni sui diversi sensi: vedere, sentire, odorare, toccare».

A proposito di COLORI…e sapori!

Oggi voglio raccontarvi la storia del Bosco di Alici.
Non stiamo parlando di una fiaba, anche se il nome un po’ lo ricorda. Parliamo di una giovane donna, mamma e moglie, che un giorno ha deciso di buttarsi in una nuova impresa: quella di scrivere su un blog: si chiama Annarita.
Per chi, come me e come lei, ha intrapreso questo cammino non è semplice spiegare le emozioni che si provano quando scopriamo che le persone leggono e si interessano a ciò che scriviamo. La prima cosa che ci chiediamo fin dall’inizio è se saremo capaci di scrivere, poi all’improvviso ci si apre un mondo e quella pagina web che all’inizio ci metteva tanta paura, ora è diventato il nostro diario.
Ed è proprio così che Annarita ha deciso di impostarlo: racconta le sue esperienze di vita quotidiana, la sua storia, i suoi gusti e intanto pubblica ricette accompagnate da stupende fotografie che ne risaltano ancora di più la bontà. E mentre leggiamo, ci sembra di fare un bel viaggio in mezzo alle campagne toscane e ai vigneti.
“Il blog è il mio diario e il mio rifugio, così l’avevo concepito e così vorrei che continuasse ad essere. Non credevo che mi avrebbe spalancato un mondo fatto di amicizie, occasioni, momenti di crescita e di studio. Eppure da quando l’ho aperto ho iniziato a capire che quella non era solo una passione ma che avrei voluto diventasse il mio lavoro. Sogni…. di quelli che ogni tanto si fanno e si rinchiudono nei cassetti. Proprio in questo periodo ho aperto quel cassetto, per cercare di far volare quel sogno. Vorrei diventare una cuoca a domicilio, cucinare per chi ha voglia di genuinità, di assaggiare ingredienti del territorio proponendo menù a tema della tradizione e non solo. Ho una socia che ha vent’anni di esperienza nella ristorazione e con la quale speriamo di partire al più presto! Annarita”Non so voi, ma io ho già l’acquolina in bocca… intanto vado e vi aspetto nel bosco…

Tutti i video pubblicati per il VMKTG Contest 2014

Credo che sarà proprio difficile scegliere il vincitore!
Se volete, potete dirci quale preferite commentando sotto, ma nel frattempo ve li presento:
ecco a voi tutti gli spot pubblicati per il primo concorso di questo blog!

#visualmarketing #vmktg da Serse Rattazzi

Per vedere gli altri 30 video clicca qui:


#visualmarketing #vmktg da Said Dami

#visualmarketing #vmktg da Simone Pardini

#visualmarketing #vmktg da Said Dami

#visualmarketing #vmktg da Serse Rattazzi

#visualmarketing #vmktg da Rachele Franchi

#visualmarketing #vmktg da Annarita Rossi

#visualmarketing #vmktg da Elena Tartaglia

#visualmarketing #vmktg da Claudia Da Prato

#visualmarketing #vmktg da Sara Martinelli

#visualmarketing #vmktg da Stefano Dalle Luche

#visualmarketing #vmktg da Simone Cipolli

#visualmarketing #vmktg da Monica Ziglioli

#visualmarketing #vmktg da Alice Checchi

#visualmarketing #vmktg da Chiara Parenti

#visualmarketing #vmktg da Silvia Marcuccetti

#visualmarketing #vmktg da Angelo Marinelli

#visualmarketing #vmktg da Serse Rattazzi

#visualmarketing #vmktg da Luca Andreozzi

#visualmarketing #vmktg da Roberto Escalona

#visualmarketing #vmktg da Roberto Saponi

#visualmarketing #vmktg da Elena Bianchini

#visualmarketing #vmktg da Franca Bartelloni

#visualmarketing #vmktg da Laura Palmerini

#visualmarketing #vmktg da Giacomo Lucarini

#visualmarketing #vmktg da Gabriele Barsanti

#visualmarketing #vmktg da Luca Mercogliano

#visualmarketing #vmktg da Federico Pucci
Posted in VMKTG Contest 2014 | Commenti disabilitati su Tutti i video pubblicati per il VMKTG Contest 2014