Visual Marketing

Come creare un visual irresistibile

 Un’immagine vale più di mille parole.
Ecco perché oggi voglio mostrarvi alcuni trucchi per creare immagini irresistibili e condivisibili.

Non c’è bisogno di essere maghi di Photoshop o grafici di professione, per creare immagini che attirino l’attenzione e spingano i visitatori a ritornare sul vostro sito è sufficiente fare attenzione ai dettagli ed avere piccoli accorgimenti.

Il testo

Innanzitutto attenzione all’inserimento di testi sopra l’immagine, non devono essere troppo invasivi rispetto allo sfondo e i font utilizzati devono essere leggibili e chiari. Fate attenzione anche ai colori con i quali scrivete, non devono fare il famoso effetto “cazzotto nell’occhio” ma anzi devono essere in contrasto con lo sfondo così da spiccare senza esagerare.
Spesso può aiutare inserire un elemento geometrico sotto al testo, magari rendendolo un po’ trasparente, per racchiuderlo in un’area delimitata che ne agevoli la lettura e che dia quel tocco grafico che non guasta mai.

Le immagini

Secondo elemento su cui porre l’attenzione sono le foto. Queste devono essere esteticamente BELLE! Inutile ricordare che una foto per essere di impatto non può essere sgranata, o poco contrastata o addirittura sfuocata. Quando parliamo di Visual Marketing parliamo di amore per il bello, quindi nessuna immagine che non sia di alta qualità dovrà essere pubblicata. Ottima la scelta del bianco e nero, ma senza esagerare nel proporre solo e sempre quello.

I colori

Per chi invece ama i colori, ecco un elenco che può esservi utile per capire cosa possono trasmettere al vostro target: 
– Rosso: Il colore che l’occhio umano percepisce più rapidamente,  rappresenta l’energia, la velocità, il  pericolo,  l’ eccitazione, la forza, il sesso. 
– Blu: Il colore preferito dagli europei, soprattutto da quelli di sesso maschile, rappresenta la sicurezza, la responsabilità, la fiducia. 
– Giallo: Caldo e stimolante come il sole, è il colore dei sentimenti positivi e della  felicità; questo colore è particolarmente amato dai piu’ giovani. 
– Arancione: Un colore caldo e ricco di energia, ottimo per incoraggiare il consumatore all’acquisto. 
– Verde: Colore fresco associato alla natura, alla luminosità e alla speranza 
– Rosa: Morbido e delicato è usato come simbolo di amore e dolcezza. Attenzione, però: un utilizzo eccessivo di questo colore può essere considerato infantile. 
– Bianco: Purezza, pulizia. In Asia il bianco è legato alla morte. 
– Nero: Può essere  sofisticato, elegante o misterioso, ma simboleggia anche la morte e l’occulto. Se utilizzato in modo corretto può creare un effetto molto esclusivo e chic. 
– Oro e Argento: Colori prestigiosi e regali. Tendono ad essere associati ai beni costosi.

Ciascun filtro o trattamento utilizzato sulle immagini possono comunque essere utilizzate sempre, quando alla base c’è una scelta strategica ben ponderata. Largo quindi all’utilizzo di sfocature, di colori molto accesi o di monocolore purché questo sia in linea con l’immagine vostra e della vostra azienda.
Una cosa importante da ricordare è che le vostre immagini con molta probabilità andranno su più canali social e che quindi lasceranno la vostra firma ovunque. E’ quindi molto importante che il contenuto e il valore siano molto alti per farvi ricordare dai visitatori e spingerli a ritornare sul vostro sito, e che allo stesso tempo rimandino alla vostra immagine così da essere sempre associati a voi nella memoria degli utenti.

Posted in Visual Marketing | Commenti disabilitati su Come creare un visual irresistibile

Dammi solo un minuto…

Con questa interessante infografica di businessinsider.com, potrete vedere con i vostri occhi cosa accade in 60 secondi sul web…


I 3 trucchi per acquisire follower su Pinterest

Ne abbiamo già parlato. Sul web sempre più assumono particolare importanza i contenuti Visual.
In particolare molte aziende decidono di mettere in luce l’identità del loro marchio attraverso canali Social come Pinterest.
Ma quali sono i trucchi per incrementare il numero dei follower e per migliorare le performance su questo Social? Vi elenchiamo i 3 consigli più importanti.

1. Anche tu sei su Pinterest?
Non esitate a dire a tutti che la vostra azienda è anche su Pinterest. Sembra banale e scontato ma in realtà tantissime sono ancora le aziende che ad oggi non hanno segnalato di utilizzare questo canale.
Come si fa? All’interno del vostro sito inserite il bottone Pinterest, così che se il traffico sul vostro sito è elevato, sicuramente aumenterà sostanzialmente anche il numero dei follower. Ma non dimenticate anche di collegare il vostro account Pinterest ai principali social: Facebook, Google Plus, Twitter e Instagram. Anche questa è un’opportunià in più per raggiungere il vostro obiettivo.

2. Il SEO
Parliamo di ottimizzazione e posizionamento sui motori di ricerca, in particolare (ovviamente) su google.
Dovrete porre molta attenzione ai dettagli: le didascalie delle foto, i titoli, addirittura le informazioni sull’account vanno strategicamente scelte per fare in modo che i motori di ricerca ci “notino”.

3. E i contest?
Un utile strumento per far conoscere il nostro account Pinterest, sono i contest lanciati sui maggiori social. In particolare su Facebook potete divertirvi ad inventare qualsiasi tipo di concorso e sicuramente averne un importante riscontro. Di seguito il link per le linee guida di Facebook relative alla vostra brand page e alle varie promozioni: Linee guida facebook

Oltre a questi consigli però ricordo a tutti che il segreto per avere successo su Pinterest consiste nell’interagire con gli utenti, commentare e seguire i pin altrui. Avere un bel profilo non è sufficiente, dobbiamo prendercene cura, frequentarlo assiduamente e fare attenzione a commentare soprattutto i pin più popolari per inserirci in contesti con alta visibilità.
E voi cosa ne pensate? Avete altri consigli da darci? Nel mondo del Visual Marketing ogni esperimento è sempre accolto a braccia aperte…

L’immagine più bella…è “tutta colpa del mare”!

Alcuni giorni fa vi ho parlato del booktrailer di Chiara Parenti e di come, attraverso un video simpatico e molto frizzante, abbia “convinto” il pubblico a scaricare il suo ebook “Tutta colpa del mare” by Rizzoli, su Amazon.
Oggi, di nuovo parlo di lei, perché il genietto se ne è inventata un’altra. State a vedere…

Chiara Parenti, autrice di “Tutta colpa del mare (e anche un po’ di un mojito)” ha messo in palio il primo bracciale del mare (vedi a sinistra) a tutte le sue fedeli lettrici che, stando comodame
nte sedute in spiaggia o a sguazzare come pesciolini, posteranno
una foto che ritragga quel momento in riva al mare. L’immagine più bella si aggiudicherà il fantastico premio.

Dove sta la furbata?
Chiara, attraverso un regolamento che trovate su
Regolamento Bracciale del Mare
ha chiesto a tutte le concorrenti di riportare all’interno dell’immagine il titolo del suo libro, e di postare su Facebook il tutto con l’hashtag #TCDM.

Facendo così, ogni immagine che viene pubblicata, viene anche vista (e perché no ricondivisa) da tutti gli amici di ogni partecipate, creando così quel famoso effetto virale a cui tanto ambiscono tutti i social media manager.
Insomma, con questa strategia di vero e proprio visual marketing, l’autrice ha dato il via ad un meccanismo che da qualche giorno e fino al 28 agosto (giorno in cui scade il concorso) gli porterà una visibilità mille volte più alta.

Allora cosa aspettate? postate anche voi un’immagine e chissà che non siate proprio voi ad accaparrarvi lo splendido brachiale del mare!

Buona vacanza 😉

Posted in Visual Marketing | Commenti disabilitati su L’immagine più bella…è “tutta colpa del mare”!

Infographic e shareable possono integrare una terza tipologia di immagini: gli slideshow. Vediamo come.

La parola slideshow ci riporta alle presentazioni di Power Point. Ed è esattamente questo l’esempio più calzante.

Parliamo infatti di sequenze di immagini contenenti informazioni, che hanno lo scopo di trasmettere più contenuti sfruttando una formula più scorrevole e facilmente memorizzabile.
Il segreto stà nel rendere il tutto più interessante e dinamico in modo da non annoiare il pubblico. Questo strumento viene spesso utilizzato nei blog, dove possono essere inserite anche infographic o shareable che rendano il tutto più leggero e attraente.
Tuttavia è bene tenere presente che gli slideshow non sono così facilmente realizzabili e alla portata di tutti, e ancora prima di avere in mano delle immagini accattivanti da inserire è necessario raccogliere dati e informazioni e selezionarli strategicamente per poter partire da un contenuto informativo efficace.

Per chi è già in possesso di un blog, ma non sa come poter inserire uno slideshow, suggerisco di leggere questo interessante articolo:
come-inserire-uno-slideshow-nel-blog

Posted in Visual Marketing | Commenti disabilitati su Infographic e shareable possono integrare una terza tipologia di immagini: gli slideshow. Vediamo come.