McDonald'sPackagingBoxer_0

Nel linguaggio comune questo termine viene utilizzato molto poco, e a meno che non siate addetti al settore, probabilmente riconoscerete l’argomento soltanto dalla foto sopra. Stiamo parlando del mondo del packaging, ovvero le “confezioni” in cui vengono avvolti i prodotti. Che parliamo di estathè, o di una bambola, o di un gioiello di Tiffany, la prima cosa di un prodotto che appare all’occhio è proprio la scatola in cui esso è contenuto, e lo studio del packaging fa parte di una strategia di Visual Marketing da curare con tanta attenzione. Ricordate quando in passato vi ho chiesto perché, a pari qualità di prodotto, veniva scelto un flacone di Shampoo piuttosto che un altro? Il segreto sta proprio qui, nella confezione che lo racchiude.
Quali sono allora le caratteristiche che dovrebbe avere un packaging per risultare davvero di successo?
Innanzitutto dovrebbe creare visibilità nel punto vendita e curiosità, anche in base al suo settore di appartenenza. Una confezione originale quindi che si differenzi dalle altre del suo stesso mercato (pensate alla confezione piramidale dei Ferrero Rocher). Allo stesso tempo è bene porre attenzione anche alla storia di quel prodotto e alla sua tradizione, che come sempre può insegnarci cosa ha funzionato davvero e cosa potrebbe andare a toccare le corde emotive del pubblico.
Il packaging dovrà essere assolutamente semplice nell’utilizzo (avete presente la scatola dei Tic Tac?) e nella sua realizzazione dovremo porre molta attenzione all’ambiente in termini di minor consumo energetico e di durata.
Una volta progettato, ovviamente non dimentichiamo di registrare la nostra idea!
E voi ricordate packaging che siano stati veramente efficaci? Raccontatecelo nei vostri commenti…

Pubblicato in Packaging | Commenti disabilitati su Come creare un packaging di successo