Sanzio_01

In comunicazione visiva quando parliamo di peso non intendiamo in senso fisico bensì in senso percettivo. In particolare ci riferiamo all’impressione di leggerezza e gravità che riceviamo dalla composizione delle forme. Il peso a sua volta richiama l’equilibrio tra gli elementi, un vero e proprio bilanciamento tra le figure, studiato strategicamente per attirare l’attenzione e creare una maggiore dinamicità nell’immagine e per dare armonia all’insieme visivo.

I fattori che determinano questo equilibrio e il peso degli elementi sono principalmente sette:

Dimensione: ad una maggior dimensione di un oggetto corrisponde maggior peso visivo;
Collocazione: la figura collocata al centro di un piano ha maggior peso rispetto ad una decentrata;
Posizione:
un oggetto posto in alto pesa più di uno posto in basso, la stessa cosa vale per un oggetto posizionato a destra;
Profondità:
più un’immagine è lontana, maggiore peso visivo avrà quella in primo piano;
Contrasto nei colori e nelle forme:
a parità di colore di sfondo, peserà di più l’elemento maggiormente contrastante o con la forma più regolare;
Chiaro e scuro:
il maggior peso visivo è sempre sugli elementi chiari su fondo scuro;
Orientamento: 
l’orientamento verticale di una figura pesa di più di quello obliquo, che a sua voltà supera quello orizzontale.

Comments are closed.