strategie_marketing
Ciao a tutti!
Eccomi di nuovo a scrivere di strategie di Marketing.
Sì perché in questo ultimo periodo ho analizzato diverse aziende e sono rimasta stupita di una cosa: sempre più imprenditori e liberi professionisti sbagliano nel non definire bene l’identità del loro marchio ed il suo posizionamento.
La tendenza di questi ultimi tempi infatti è quella di creare prodotti o servizi che vadano bene “per tutti”, che siano quindi VENDIBILI a tutti, senza decidere un vero e proprio target e mercato di riferimento. Questa scelta può sembrare sensata in un primo (brevissimo) momento, poiché il ragionamento che ne sta alla base è che “se i miei prodotti sono buoni per tutti, forse li compreranno tutti!”.
La realtà è invece un’altra: per far funzionare bene un’azienda si deve innanzitutto definire il proprio target, capirne le richieste e le esigenze, cercare di rispondere ai loro bisogni e, ancora meglio, anticiparne le necessità. Un’azienda che non ha un target definito sarà anche la stessa azienda che non avrà gli strumenti necessari per studiare una corretta strategia di marketing e comunicazione. E di questa strategia fa parte anche l’identità e il posizionamento del brand.
Questa regola, cari miei, vale per tutti, ma proprio tutti!

Ho pensato così di farvi un esempio che forse potrà sembrare anche fuori contesto, ma che nella sua semplicità può invece rendere bene l’idea: vi parlerò della mia Compagnia Teatrale.
Da 8 anni sono la responsabile di una Compagnia amatoriale NO PROFIT nata all’interno dell’Oratorio. Questa compagnia è nata con 15 ragazzi dai 10 ai 22 anni, ed oggi ne conta 45 dagli 8 ai 30. Fin dall’inizio il gruppo ha funzionato perché, in quanto realtà legata al mondo cattolico, ho scelto di fargli portare in scena Musical legati alla vita di personaggi come Madre Teresa, Don Bosco o storie estratte dalla Bibbia come quella di Giuseppe d’Egitto. Inoltre, essendo una realtà giovane e composta da ragazzi, ho scelto di dare la priorità al divertimento: i miei ragazzi infatti sanno che quando ci incontriamo per le prove o per le rappresentazioni devono innanzitutto divertirsi!
Cosa c’entra questo con le strategie di Marketing e la Brand Identity?
C’entra eccome. Adesso immaginate se la mia Associazione NO PROFIT fosse invece stata un’azienda. Il mio target di riferimento sarebbe stato il pubblico “cattolico”, il posizionamento del mio marchio sarebbe stato legato alla nicchia di persone che seguono spettacoli di questo genere (e ce ne sono a quintali per chi non lo sapesse!) e l’intera struttura aziendale sarebbe stata costruita sull’identità stessa del marchio (in questo caso uno staff giovane, divertente, brillante…). Il risultato è che chi oggi parla della mia Compagnia ne parla con le lacrime agli occhi dall’emozione, con il sorriso sulle labbra e parla dei ragazzi come dei veri artisti!

Ovviamente, come in tutto, una buona dose di entusiasmo e di passione ha fatto la magia! Ma è importante capire che passione ed entusiasmo da soli non bastano e che per creare un progetto, di qualsiasi tipo di progetto si tratti, si deve passare sempre attraverso un’analisi ed una strategia ben strutturata e concretamente realizzabile da TUTTI i punti di vista.

E adesso ho una brutta notizia per voi: non avete più scuse! 
Con l’avvento dei social network e dei nuovi mezzi di strategia digitale, non è assolutamente possibile scappare dalla possibilità di analizzare il vostro target. Ciò che conta e che consiglio è affidarsi a professionisti del settore (un social media manager), capaci di fare questo lavoro per voi e sapervi indicare la strada più giusta. Il “fai da te” in questi casi non è mai un’ottima scelta!

E voi cosa ne pensate? Avete già analizzato il vostro target?
Raccontatemi le vostre esperienze, saranno sicuramente (e in ogni caso) costruttive!

Posted in Strategie di Marketing | Commenti disabilitati su Strategie di Marketing: da dove iniziare per non fare danni!

Comments are closed.