Crea sito

instagram

Andrea “Style1” Antoni: come trovare la propria identità su Instagram

10420049_10153212351488556_9134594056690992412_n

Eccoci di nuovo qua. Questa volta voglio raccontarvi la storia di un giovane talento grafico. L’ho scoperto andando a cercare vari libri che riguardassero il web marketing e alle social media strategy e devo dire che mi ha subito colpito: si chiama Andrea Antoni ed è esperto di Instagram. Il suo libro fa parte della collana Web in testa  e parla proprio di questo social network che, come già detto più volte, è completamente costruito sul Visual Marketing. (altro…)

Instagram vs Pinterest. Come sfruttarli al meglio per fare business.

Pur essendo due social basati sul visual e che permettono la condivisione attraverso immagini, Instagram e Pinterest sono molto diversi tra loro e il loro utilizzo in termini aziendali deve essere pianificato e ben valutato.

 

In un interessante articolo di strabicosguardo.wordpress.com queste differenze vengono evidenziate, soprattutto parlando di business e di scelte aziendale sull’utilizzo dei mezzi social e del visual marketing.

Mentre Pinterest permette all’utente di raccogliere in bacheche tematiche le immagini, trovate sul web, che più gli piacciono o lo ispirano, Instagram permette invece di catturare con una fotografia ciò che l’utente sta facendo, nell’istante stesso in cui lo sta facendo, per poi condividerlo subito con gli amici e col mondo.

Da un punto di vista aziendale invece Pinterest aiuta molto i brand a fare visual storytelling. Inoltre, grazie alla capacità di supportare immagini di ottima qualità e alla possibilità di inserire dettagli precisi (tra cui il prezzo) sui prodotti, è ottimo se il fine dell’azienda è quello di aumentare le vendite. Fashion e design sono i due settori che maggiormente beneficiano di un buon uso di Pinterest. Al contrario, Instagram è perfetto per promuovere non tanto i prodotti, quanto ciò che ruota intorno ad essi e al brand: ad esempio, il modo in cui vengono fabbricati i prodotti, le persone che lavorano per l’azienda, i backstage delle attività di promozione e così via. Nel caso poi in cui si voglia lanciare un contest basato sulla fotografia, è sufficiente lanciare un hashtag ben pensato e sfruttare le connessioni con Facebook e Twitter per aumentare visibilità e partecipazione al concorso, cosa che con Pinterest non è possibile fare.
In conclusione, Pinterest e Instagram non sono affatto la stessa cosa. L’uno e l’altro possonoaiutare le strategie di content marketing di un’azienda, a patto di usarli correttamente, individuando quali bisogni siano in grado di soddisfare al meglio e tenendo conto che, dei due, Instagram è quello che permette un maggior coinvolgimento degli utenti dal basso.

Instagram e creatività

Proprio in questi giorni abbiamo parlato di Instagram e delle grandi potenzialità che ha.
Alcuni creativi si stanno divertendo a pubblicare le loro creazioni su questo social network e al tempo stesso ne stanno avendo un ROI fenomenale.
In questo articolo, tratto da parliamodigitale.it, si parla proprio di questo:

“Mai come in questi tempi sono avvenuti cambiamenti nel mondo dell’arte: gli artisti, o operatori visuali come si dice oggi, stanno continuamente modificando le loro tecniche. Le materie e i mezzi tradizionali dell’arte visiva sono messi in dubbio, materie e mezzi nuovi vengono sperimentati per conoscerne le possibilità d’uso e, mentre ancora una moltitudine di artisti opera con mezzi tradizionali, altri cercano nuove vie di conoscenza e di comunicazione” scriveva Bruno Munari, uno che dell’arte e del design ne ha fatto la propria vita.

Ma quali sono queste nuove vie di comunicazione? In un mondo in cui tutto scorre veloce quale miglior modo se non quello di fermare il tempo scattando una fotografia e pubblicandola su Instagram? Instagram, che da uno studio firmato Forrester Research risulta essere il social più interattivo, conta al momento 200 milioni di utenti attivi ed è destinato a crescere sempre più.

Perché proprio Instagram?

Il social delle immagini è immediato, veloce e, a dispetto di quello che leggo in giro, anche meritocratico. Non è un caso infatti che i profili originali ottengano subito molto seguito. A darne risalto è lo stesso Instagram che, grazie al suo team, ogni giorno propone utenti in grado di offrire una prospettiva unica grazie alla loro creatività. Un lavoro enorme, quello di spulciare le foto di milioni di utenti, che però accresce ancor di più il valore di quello che a me piace definire incubatore di talenti.

Ecco alcuni dei talenti che ho scoperto:
@virgola_: Virgola, il personaggio nato dalla mano di Virginia, si lascia contaminare da oggetti reali

@ficoeuva: quando creatività e cucina s’incontrano

 

@erichedelic: una bambina che dorme e tantissima fantasia

@mokassarart: una smisurata passione per le noccioline

@teaforbear: un mondo a 45°

@lovelimzy: vere e proprie opere fiorate

Ma qual è il segreto del loro successo?

Avere un proprio stile.Profili come @virgola_ e @ficoeuva utilizzano una “firma” ben precisa e facilmente riconoscibile che permette agli utenti di affezionarsi alle loro foto aiutandoli a riconoscere immediatamente i loro scatti fra tutti gli altri.

Mettersi in gioco.
Pensa a quant’è difficile restringere il campo ad un solo tema e su di esso creare nuovi contenuti. Fatto? Prova poi a pensare a quanto sia difficile stupire con oggetti con cui abbiamo a che fare quotidianamente. No, non è assolutamente facile e io stessa faticherei a creare qualcosa di originale. Eppure @mokassarart e @lovelimzy, con l’ausilio di noccioline, fiori e della loro creatività, riescono sempre a sorprendermi!

Un’idea semplice.
Facendo una ricerca per l’hashtag #teaforbear oltre alle foto di @Teaforbear compaiono foto di molti profili, a dimostrazione che la sua idea è facilmente replicabile da tutti. Questo aiuta ad aumentare il coinvolgimento dei propri followers che si sentono protagonisti in prima persona e contribuisce ad aumentare la propria popolarità.
E tu, segui qualche talento creativo? Ti aspetto nei commenti per conoscere nuovi profili interessanti!

6 ottobre 2010. Arriva Instagram, il Social Network delle immagini

In un’era in cui il Visual è uno tra gli strumenti principali di marketing, come poteva non nascere un social network dedicato a questo? Parliamo di Instagram, attualmente il primo social per crescita in Italia.

Instagram è un’applicazione gratuita utilizzabile da smartphone che permette agli utenti di scattare foto, applicare filtri e condividerle anche in sincronia con altri social network.
Le foto appaiono tutte quadrate, in omaggio alla vecchia Polaroid, e pur esistendo anche un sito web del social, possono essere caricate solo attraverso telefono.
Interessante notare come questo social network, a differenza di altri, sia improntato sulla connessione mobile tanto che anche il nome stesso rimanda a qualcosa che avviene istantaneo, sul momento. Questo perché i tempi ormai sono cambiati e perché la connessione avviene ormai più tramite smartphone che non dai proprio pc di casa. E cosa c’è di più istantaneo di una foto scattata per strada o sulla metro o addirittura mentre passeggiamo?

Se parliamo poi di business, Instagram è uno dei migliori strumenti di marketing sfruttabile al momento, e soprattutto nel settore del lusso questa piattaforma è tra le più utilizzate perché la comunicazione visiva, unita all’immediatezza e al largo utilizzo de social, rappresentano un richiamo e un’opportunità irrinunciabili.

Instagram è consapevole delle enormi potenziali che offre in termini di business, tanto da indicarci lui stesso alcuni importanti consigli attraverso il suo blog (instagram blog).

Ne estraggo alcuni, certa che ne farete tesoro:
Fedeltà al proprio brand: il vostro immaginario dovrà esprimere in modo chiaro la vostra personalità. Non mettetevi sul piedistallo, ma al contrario attingete dalle tendenze della comunità Instagram per riflettere in modo eccentrico la creatività della azienda.
–  Raccontate esperienze: Offrite la visione del mondo o lo stile di vita del vostro marchio attraverso gli occhi delle persone che utilizzano i vostri prodotti e servizi. 
Bellezza ovunque: mostrate come la vostra azienda veda il mondo e rendetelo importante ed evocativo per la gente.
–  Azione: create un movimento attorno al vostro marchio, che ispiri le persone a catturare foto o video, durante l’azione che avete suggerito, magari attraverso l’uso di un hashtag. 
–  Conoscete il vostro pubblico: scoprite quello che la gente ama del vostro brand, ed esplorate i modi in cui si possa catturare l’immaginazione di nuovi clienti.

Posted in Visual Marketing Instagram | Commenti disabilitati su 6 ottobre 2010. Arriva Instagram, il Social Network delle immagini